Chi non conosce la celebre frase del barone De Coubertin “L’importante non è vincere ma partecipare”?

Durante l’incontro per la tradizionale Benedizione di Natale, don Emanuele mi ha fatto riflettere su questa frase e sul corretto significato che bisogna darle, citando don Alessio Albertini, che di sport ne sa e anche tanto. Ed è vero: quella frase è incompleta, manca “… purché si sia dato il massimo!”

Lo sport, e il calcio non fa eccezione, è competizione: lo sanno anche i bambini, che quando vanno in campo vogliono sempre vincere. Ma, dice don Albertini, “Se l’unica cosa che conta è arrivare primo è chiaro che sei portato a cercare ogni via per essere qualcuno: doping, distinte taroccate …”. Invece quello che AuguriDiNataledeve contare è l’impegno che ogni attore mette nella recita e che deve essere sempre il massimo.
Quindi spazziamo via l’ipocrisia: si partecipa per vincere. Ma si vince davvero e sempre, indipendentemente dal risultato, solo se partecipando si dà il massimo. E solo dando il massimo ci si mette davvero a disposizione del gruppo.

Tutti, nessuno escluso, abbiamo il dovere di mettere il massimo in quello che facciamo: solo così potremo non preoccuparci dei risultati perché, ne siamo sicuri, prima o poi arriveranno. Il lavoro paga; quello che insieme abbiamo fatto in questi anni ne è la dimostrazione. Il lavoro crea anticorpi; procedendo insieme col massimo impegno, nulla ci potrà scalfire né abbattere. Il lavoro dà soddisfazioni: i risultati sul campo, la coesione negli spogliatoi, l’amicizia nella vita ci ripagheranno di tutte le fatiche.

Lavoro e massimo impegno. Roberto Baggio, dopo aver sbagliato un rigore ai mondiali disse: “I rigori li sbaglia solo chi ha il coraggio di tirarli”. Se hai lavorato al massimo delle tue capacità e ti sei messo a disposizione della squadra, anche quello che può a prima vista sembrare un fallimento, è invece un grande successo.

Continuiamo sulla strada del lavoro e dell’impegno.

Con l’augurio che questo mantra ci accompagni sempre, rivolgo a tutti i più sinceri auguri per un Santo Natale sereno e gioioso e per un 2020 pregno di soddisfazioni.

Il Presidente